L’AZIENDA

CHI SIAMO

ECOSYST

PROGETTA E REALIZZA IMPIANTI DI TRITURAZIONE E STERILIZZAZIONE COMPLETAMENTE AUTOMATIZZATI DEI RIFIUTI SANITARI A RISCHIO INFETTIVO.
GRAZIE A UNA TECNOLOGIA PROPRIETARIA BREVETTATA OFFRE COMPLETA SICUREZZA AMBIENTALE AL PREZZO PIÙ COMPETITIVO

La nostra tecnologia è stata progettata per gestire rifiuti sanitari, compresi rifiuti ospedalieri e di laboratorio, rifiuti medici, rifiuti patologici umani ed animali, nonché qualsiasi altro rifiuto prodotto dal settore sanitario e veterinario o da attività di ricerca collegate, provenienti da trattamento terapeutico.

Gli impianti della Eco.System sono conosciuti per prestazioni superiori in termini di:

Sicurezza

Velocità

Affidabilità

Flessibilità

L’azienda è suddivisa in un’area uffici dedicata alla progettazione/ricerca e sviluppo, all’amministrazione e alle vendite e in un’area officina, dedicata alla produzione degli impianti.

LA STORIA

La Eco.System , avente attualmente sede nella città di Modugno (Ba) Italia, è una società privata fondata nel 2007 per progettare e produrre delle macchine speciali per il trattamento dei rifiuti sanitari.

La nostra tecnologia è stata progettata per gestire rifiuti sanitari, compresi rifiuti ospedalieri e di laboratorio, rifiuti medici, rifiuti patologici umani ed animali, nonché qualsiasi altro rifiuto prodotto dal settore sanitario e veterinario o da attività di ricerca collegate, provenienti da trattamento terapeutico.

Gli impianti della Eco.System sono conosciuti per prestazioni superiori in termini di sicurezza, velocità, affidabilità e flessibilità.

L’azienda è suddivisa in un’area uffici dedicata alla progettazione/ricerca e sviluppo, all’amministrazione e alle vendite e in un’area officina, dedicata alla produzione degli impianti.

GLI IMPIANTI DELLA ECO.SYSTEM SONO CONOSCIUTI PER PRESTAZIONI SUPERIORI IN TERMINI DI SICUREZZA, VELOCITÀ, AFFIDABILITÀ E FLESSIBILITÀ.

Il feedback molto positivo ottenuto da parte dei clienti, vista la situazione che stiamo vivendo, su un mercato indubbiamente in forte crescita e oggi più che mai bisognoso di soluzioni come quelle che Ecosyst Group è in grado di garantire con elevatissimi standards qualitativi e tecnologici, rende Ecosyst una vera e propria eccellenza.

MISSION

TUTELA DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE

In seguito all’emergenza ambientale, la Eco.System ha sviluppato delle nuove tecnologie e nuovi impianti per la trasformazione, il recupero e il trattamento dei rifiuti sanitari pericolosi, contribuendo al mantenimento di un ambiente più sano e sicuro e alla promozione di uno sviluppo ecosostenibile.

La Eco.System, dalla sua costituzione,  ha portato sempre avanti l’attività di ricerca e di sviluppo tecnologico, che si è concretizzata nella realizzazione di un impianto per la sterilizzazione dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo, certificato e brevettato, ricevendo pareri positivi da enti competenti.

LE CERTIFICAZIONI

FINALITA’

La tecnologia si pone l’obiettivo strategico di rispondere alla stringente normativa sulla gestione del rifiuto sanitario appartenente al Catalogo Europeo Rifiuti (CER), utilizzando una tecnologia moderna applicata ad un processo tecnologico altamente automatizzato. Il risultato finale trasforma e recupera il rifiuto sanitario in un rifiuto non più pericoloso.

In molti Stati vi sono diverse normative da rispettare quando i rifiuti potenzialmente infetti vengono lavorati e trasformati. Lo stato italiano ha una delle normative più severe in assoluto nel settore dei rifiuti sanitari.

Tra i maggiori organi internazionali che riconoscono ufficialmente la necessità di utilizzare tecniche alternative all’incenerimento oltre a numerose normative a livello nazionale in diversi paesi spiccano:

OMS

Organizzazione mondiale della sanità

(OMS, o World Health Organization, WHO in inglese): agenzia specializzata dell’ONU per la salute, è stata fondata il 22 luglio 1946 ed entrata in vigore il 7 aprile 1948 con sede a Ginevra

UN Environment

Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente

 (UNEP): un’organizzazione internazionale che opera dal 1972 contro i cambiamenti climatici a favore della tutela dell’ambiente e dell’uso sostenibile delle risorse naturali

HCVH

Health Care
Without Harm

una coalizione di 500 membri di 53 paesi che opera per innovare il settore sanitario a livello mondiale.

Reg. Numero 18426-A                   Valido da 2019-10-30
Primo rilascio 2019-10-30            Ultima modifica 2019-10-30
Scadenza 2022-10-29                    Settore IAF 34

Certificato del Sistema di Gestione per la Qualità ISO 9001:2015

La Eco.System Surl è un’azienda certificata ISO 9001:2015

La ISO 9001: 2015 è una certificazione di gestione della qualità riconosciuto a livello mondiale, concesso a società di tutto il mondo che soddisfano o superano rigorosi standard internazionali nella gestione della qualità. Lo standard si basa su diversi principi di gestione della qualità, tra cui una forte attenzione al cliente, il coinvolgimento della gestione aziendale di alto livello, un approccio al processo e il miglioramento continuo del servizio fornito.

Con tale certificazione, viene riconosciuto che la Eco.System adotta un sistema di regole, responsabilità, controlli e procedure conforme alla famiglia di norme ISO 9000.

PARERE ISPRA

Parere da parte dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA – ente pubblica di ricerca di cui si avvale in Ministero dell’Ambiente) in cui si evidenzia come il solo trattamento con vapore saturo ad alta pressione sia sufficiente per la sterilizzazione del rifiuto sanitario a rischio infettivo.

 “l’impianto è progettato in modo da garantire […] un SAL (Sterilità Assurance Level) non inferiore alla 10-6

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BARI “Aldo Moro”

Secondo quanto disposto dalla norma UNI 10384/94, effettuata dal Dipartimento di Scienze Biomediche e Oncologia Umana dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

Il prof. G. Signorile afferma che

 “…nessuna spora è sopravissuta nei diversi cicli monitorati”.

LABOUR CENTER AMBIENTE

Laboratorio “Labour Center Ambiente” di Bari.

Rapporto di prova n. 00156/08:

“Anche questo materiale è stato sottoposto a processo di sterilizzazione e successivamente è stato effettuato un test microbiologico con terreno PCA secondo le metodologie APAT-IRSA CNR n. 7050. Dopo incubazione a 22 °C e 36 °C per 24 ore, le piastre non presentavano crescita di colonie batteriche”.

APULIA LAB – LABORATORIO DI ANALISI CHIMICHE

Laboratorio “Apulia Lab” di San Giovanni Rotondo.

Rapporto di prova n. 1316_0053/LAB/12:

“Il campione di rifiuto analizzato ed oggetto del presente Rapporto di Prova, in base ai risultati analitici conseguiti rispetta le specifiche tecniche di cui al Punto 5 della norma UNI 9903 Parte I/2004 “Specifiche e Classificazione”, esso è pertanto qualificabile quale: “RDF  di qualità normale ed elevata”. Lo stesso, in riferimento alla norma UNI EN 15359, così come riportata nel D.Lgs 205/2010, risulta classificabile come CSS con codice NCV 1 – CI 1 – Hg 1.”

QUALITÀ E SICUREZZA

La Tecnologia è conforme alla Direttiva Macchine 2006/42/CE e alle Direttive 2004/108/CE (CEM) e 2006/95/Ce (DBT).

È conforme anche alle seguenti norme armonizzate: CEI 61010-1: 2013, CEI 61010-2040: 2005, CEI 60204-1:2010.

La camera sotto-pressione è conforme alla Direttiva PED 2014/68/UE.